AGROFARMACI

La direttiva europea 2009/128/Ce, recepita in Italia dal decreto legislativo 150 del 2012 e dal Piano d’azione nazionale (PAN), ha introdotto per l’agricoltura e per le aree extra agricole una serie di azioni finalizzate all’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari.

Un’importante tappa verso l’uso consapevole dei fitosanitari è stata l’adozione dal 1° gennaio 2014 della difesa integrata obbligatoria per la gestione delle colture agrarie. Con questo ulteriore passo verso la produzione integrata, l’Unione Europea (UE) si propone di qualificare tutta l’agricoltura europea per la specifica attenzione alla qualità igienico-sanitaria delle produzioni agricole, alla tutela delle componenti ambientali e agli usi diversi da quello agricolo del territorio.

Con il PAN è stato superato il concetto di fitosanitari di classe e di autorizzazione all’acquisto, come in precedenza disciplinati dal DPR 290/2001. Dal 26 novembre 2015 l’acquisto dei fitosanitari per uso professionale è possibile solo in presenza della nuova certificazione di abilitazione professionale per l’acquisto e l’impiego dei fitosanitari per utilizzo professionale. Per l’impiego hobbistico non è richiesta alcuna autorizzazione in quanto le nuove formulazioni commerciali dei fitosanitari scontano gli adeguati livelli di garanzia per l’operatore, le produzioni amatoriali e l’ambiente.

Alle Provincie sono riconosciute dalla normativa regionale le funzioni di programmazione e organizzazione degli specifici percorsi di formazione di base e di aggiornamento per il rilascio e il rinnovo delle certificazioni di abilitazione professionale per l’acquisto e l’impiego dei fitosanitari per utilizzo professionale. L’università, gli istituti tecnici agrari, gli enti abilitati alla formazione continua, le cooperative di produzione e le organizzazioni sindacali di categoria possono essere autorizzati dalla Provincia per la specifica attività di formazione.

Il certificato di abilitazione professionale è rilasciato alle persone che hanno compiuto il 18° anno di età, in possesso di un idoneo attestato di formazione professionale (corso base di 20 ore) e che hanno ottenuto una valutazione positiva dall’apposita commissione d’esame. L’autorizzazione è valida per 5 anni ed è rinnovata documentando la partecipazione allo specifico corso di aggiornamento professionale della durata di 12 ore. I soggetti in possesso di un diploma di istruzione superiore di durata quinquennale o di laurea, anche triennale, nelle discipline agrarie e forestali, biologiche, naturali, ambientali, chimiche, farmaceutiche, mediche e veterinarie possono richiedere il rilascio della certificazione di abilitazione professionale senza l’attestato del corso di formazione di base. Per rinnovare le autorizzazioni in scadenza tutti devono partecipare allo specifico corso di aggiornamento di 12 ore e poter presentare, entro la scadenza dell’autorizzazione, l’attestato di frequenza con esito positivo.

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Turismo FVG
Dolomiti sito ufficiale
Europe Direct Pordenone