Indicatori ambientali

 

Il presente documento espone, nella forma dell'indicatore ambientale, una serie di dati connessi all'attività dei tre servizi che compongono il Settore Ecologia della Provincia di Pordenone. L'arco temporale cui si riferiscono i dati è di almeno tre anni, più spesso quattro, in modo da consentire l'analisi dell'andamento dei fenomeni considerati. Salvo eccezioni i dati sono aggiornati al 31 dicembre dell'anno di riferimento.

I temi trattati sono i rifiuti ed i relativi controlli, la geosfera (limitatamente alle bonifiche dei siti contaminati), l'atmosfera e l'idrosfera.

Gli indicatori seguono lo schema DPSIR (Determinanti, Pressione, Stato, Impatti, Risposte) utilizzato a livello internazionale per l’esposizione dei dati ambientali (vedasi ad esempio l’annuario dei dati ambientali dell’ISPRA già APAT). In proposito si può consultare la scheda illustrativa dello schema

Il Settore Ecologia è a disposizione per fornire eventuali dati di dettaglio, nell'ambito della normativa sull'accesso alle informazioni ambientali.

 

N.

INDICATORE

ARGOMENTO

DPSIR

1

PRODUZIONE DI RIFIUTI URBANI

RIFIUTI

P

2

QUANTITA' DI RIFIUTI URBANI RACCOLTI IN MODO DIFFERENZIATO

RIFIUTI

R

3

STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE

RIFIUTI

R

4

CONTRIBUTI AGLI ENTI LOCALI PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI

RIFIUTI

R

5

NUMERO DI DISCARICHE

RIFIUTI

P

6

AUTORIZZAZIONE IMPIANTI DI GESTIONE RIFIUTI

RIFIUTI

P/R

7

RECUPERO DI RIFIUTI NON PERICOLOSI

RIFIUTI

P/R

8

IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DI RIFIUTI

RIFIUTI

P

9

ATTIVITA’ DI CONTROLLO

CONTROLLI

R

10

MISURE E SANZIONI VERSO ILLECITI

CONTROLLI

R

11

SITI CONTAMINATI

GEOSFERA

P/R

12

AUTORIZZAZIONI ORDINARIE ALLE EMISSIONI IN ATMOSFERA

ATMOSFERA

P/R

13

AUTORIZZAZIONI DI CARATTERE GENERALE ALLE EMISSIONI IN ATMOSFERA

ATMOSFERA

P/R

14

AUTORIZZAZIONI ALLO SCARICO

IDROSFERA

P/R

15

STATO DEGLI SCARICHI

IDROSFERA

P

 

FILES DA SCARICARE IN FORMATO PDF

1. RIFIUTI (da n. 1 a n. 10)  2010  2011

2. GEOSFERA (SITI CONTAMINATI) (n. 11) 2010  2011

3. ATMOSFERA (n.12-13) 2010  2011

4. IDROSFERA (n. 14-15) 2010  2011

 

Il modello DPSIR è lo "schema causale per definire le interazioni fra la società e l’ambiente" (definizione Agenzia Europea per l’Ambiente). Il modello consente di elaborare uno schema omogeneo e interconnesso sulla valutazione delle dinamiche ambientali, relazionando un fenomeno ambientale con le politiche intraprese verso di esso. DPSIR è l’acronimo di DETERMINANTI-PRESSIONI-STATO-IMPATTO-RISPOSTA.

Per ogni componente ambientale vengono identificati una serie di indicatori sintetici, che servono a descrivere l’andamento delle dinamiche ambientali nello spazio (confronti fra realtà territoriali diverse) o nel tempo (variabilità dell’indicatore in diversi periodi di osservazione). Lo schema è quello comunemente adottato a livello europeo per la redazione dei rapporti sullo stato dell’ambiente a varia scala territoriale.

DETERMINANTI: popolazione- usi del territorio- industria e settore manifatturiero- energia - agricoltura- pesca e acquicoltura - trasporti- turismo…..

PRESSIONI: emissioni in aria, acqua e suolo – produzione di rifiuti - uso di risorse naturali…….

STATO: qualità delle acque di superficie, marine e sotterranee - qualità del suolo - qualità dell’ariabiodiversità...

IMPATTI: sugli ecosistemi- sulla salute umana- socio economici…

RISPOSTE: normativa e prescrizioni - misure e politiche ambientali - piani e programmi …….

 

 

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Turismo FVG
Dolomiti sito ufficiale
Europe Direct Pordenone