Produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili

Si informa che ai sensi della L.R. 26/2014 e successive modifiche, dal 01.01.2017, le funzioni in materia di energia di cui alla L.R.19/2012, fino a quella data di competenza della Provincia, sono trasferite alla Regione, pertanto tutte le comunicazioni inviate dopo tale data dovranno essere trasmesse all’indirizzo PEC ambiente@certregione.fvg.it specificando quale destinatario il “Servizio Energia”.

 

FUNZIONI DEL SERVIZIO

 

 L’art. 3 della L.R. 19/2012 disciplina le funzioni della Provincia in materia di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili:

“1.La Provincia, in conformità agli indirizzi della programmazione regionale in campo energetico e nel rispetto della normativa di settore, provvede:

[...]c) alle autorizzazioni, di cui all’articolo 12, comma 1, lettera a), relative all’installazione e all’esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica che utilizzano fonti rinnovabili, con potenza inferiore o uguale a 35 megawatt termici, ovvero, qualora la potenza termica non fosse determinabile, con potenza elettrica nominale inferiore o uguale a 20 megawatt elettrici;"

 Il successivo articolo 13 "Contenuti dell'istanza", cui si rimanda, specifica nel dettaglio le modalità di presentazione dell'istanza ed i contenuti minimi ai fini della procedibilità della stessa.

La principale normativa nazionale e regionale cui fare riferimento in materia di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili è la seguente:

 - il Decreto Legislativo 29 dicembre 2003, n. 387: Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell’energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell’elettricità" (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 31 gennaio 2004, n. 25, S.O.);

- il DM 10.09.2010 "Linee guida per l'autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili." Pubblicato nella G.U. 18 settembre 2010, n. 219.

 - il Decreto Legislativo 3 marzo 2011, n. 28 : “Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE" (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 71 del 28 marzo 2011 - Supplemento Ordinario n. 81);

- la Legge Regionale 11 ottobre 2012, n. 19 “Norme in materia di energia e distribuzione dei carburanti" (pubblicata sul BUR n. 42 del 17 ottobre 2012);

 

Con Deliberazione della Giunta Provinciale n. 13 del 30 gennaio 2013, dichiarata immediatamente eseguibile, sono state stabilite le spese istruttorie ai sensi dell'art. 15 comma 10 della L.R. 19/2012, determinate in misura pari allo 0,03 per cento dell'investimento totale per gli impianti di cui all'art. 12, comma 1, lettera a) della L.R. 19/12. 
Pertanto, a partire dal 30/01/2013, l'istanza per il rilascio dell'autorizzazione unica relativa agli impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili, di cui al medesimo art. 12, comma 1, lettera a) della L.R. 19/12, deve essere corredata, a pena di improcedibilità ai sensi dell'art. 13 comma 4 lett. l), anche della ricevuta di pagamento degli oneri istruttori come previsti.

Modalità di pagamento oneri istruttori:

a) mediante versamento sul conto corrente bancario IT48V0533612500000041085746 intestato a BANCA POPOLARE FRIULADRIA SPA Piazza XX Settembre 19 - 33170 PORDENONE.

b) sul Conto Banco Posta intestato a Amministrazione Provinciale di Pordenone - Servizio Tesoreria - IBAN: IT 06 U076 0112 5000 0000 0220 590

c) mediante versamento su c.c. postale n. 220590 intestato a Amministrazione Provinciale di Pordenone - Servizio Tesoreria (per pagamenti inferiori a euro 1.000,00).

Si precisa che l'oggetto del pagamento dovrà essere: "Cap. 3587 - Oneri istruttori autorizzazione ex D.Lgs. 387/2003 e L.R. 19/2012".

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Turismo FVG
Dolomiti sito ufficiale
Europe Direct Pordenone